>Alla Ricerca del Tempo Perduto Vol. I – Dalla Parte di Swann di Marcel Proust

Pubblicato: 19 ottobre 2010 in Recensioni
Tag:

>

Il primo volume della Ricerca è un viaggio nella memoria, per la memoria, attraverso la memoria e con la memoria. Il Narratore inizia ricordando e descrivendo le diverse stanze in cui ha dormito; ci parla dell’abitudine, maestosa ordinatrice, che unica può mettere in fuga il malessere del cambiamento. Ci narra di un piccolo dramma infantile, quello del coricarsi; e di un dramma ancora più grande per un fanciullo: quello del bacio della buonanotte rifiutato dalla madre  – poi ottenuto, a costo di perdere tutto, con uno stratagemma da neuropatico.  
Proust, o il Narratore, grazie ad un biscotto, una Madelaine e un po’ di tè, ci porta ad Illiers, la Combray della Ricerca, e ci fa conoscere la sua famiglia, la loro mentalità borghese, chiusa, come le caste indù – il perché ce lo farò sapere più tardi.  Facciamo la conoscenza di Swann e della sua struggente storia d’amore per Odette, avvelenata dalla gelosia.
Dalla parte di Swann, primo libro della Ricerca, è stupendo. È un libro che va letto lentamente, centellinando ogni pagina, in modo da gustarne ogni singola frase, ogni singola parola, in modo d’addentrarsi appieno nel pensiero di Proust.
I lunghi periodi, le continue parentesi e rimandi, gli incisi all’interno di queste, non guastano la lettura; bastano poche pagine per acquisirne il ritmo.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...